skip to Main Content

Una Storia Fatta di Cialde

1967

Luigi Vandone è ancora un giovane
pasticcere milanese quando decide di
rilevare la società Bussy Bricelets de Vevey.
La nuova Bussy implementa la produzione,
in modo ancora manuale, inserendo nuove
varietà di cialde croccanti per la decorazione
delle coppe di gelato e creme.

1970

Nasce il cannolo in cialda, un prodotto
inedito che Luigi Vandone vuole proporre
alle pasticcerie e gelaterie come
“semilavorato” per la preparazione di veloci
ricette di dolci riempiti di panna, creme,
ganache o gelato. È un successo commerciale
inaspettato che pone le basi per dei necessari
cambiamenti strutturali dato che il prodotto
è ancora lavorato a mano.

1972

La produzione del Cannolo Bussy, chiamato
semplicemente il Bussy, viene automatizzata
con la messa in moto di una macchina
appositamente realizzata in Austria che
consente di soddisfare la maggiore richiesta.
Il nome di Bussy circola sempre più tra gli
addetti ai lavori che incontra annualmente al
SIGEP di Rimini, fiera alla quale ha sempre
partecipato.

1981

Bussy si afferma come specialista nelle
cialde non solo nel mercato italiano ma
anche in quelli esteri, a partire dai paesi in
lingua tedesca e del nord Europa. Il mercato
richiede sempre nuove proposte e da queste
nasce l’idea di una cialda bicolore variegata
che Bussy prontamente comincia a sfornare
nel nuovo stabilimento di Rho, nell’hinterland
milanese, nella nuova sede dell’azienda.

1989

È il momento di pensare a un prodotto nuovo
e quel prodotto si chiama Kikera, una
coppetta in cialda, semplice o ricoperta di
diverse granellature. Il catalogo Bussy si
arricchisce via via di sempre più numerose
referenze per proporre forme e sapori innovativi.

1990

L’aumento delle linee di produzione e delle
referenze in catalogo richiede un maggiore
spazio produttivo che viene ampliato con
l’aggiunta di una nuova palazzina uffici e il magazzino.

1996

È l’anno di una trasformazione epocale:
Bussy si trasforma da società artigianale a
industriale con doppi turni di produzione. Per
Bussy è la consacrazione dopo poco meno
di 30 anni di attività e una proposta
commerciale che interessa non solo agli
artigiani pasticceri o gelatieri ma anche al
mondo dell’industria alimentare.

La Storia Continua

2006

Già in azienda dal 1988, la figlia minore di
Luigi, Vittoria Vandone prende la guida
dell’azienda. D’estrazione economico
finanziaria Vittoria apporta un ulteriore
impulso innovativo alla società, ampliando la
gamma dei prodotti e spingendosi in mercati
ancora nuovi: dall’Australia ai paesi arabi
comincia a partecipare a fiere all’estero
puntando molto sulla comunicazione.
Nasce il primo sito Bussy.

2013

Il catalogo Purpurry dedicato alla
decorazione si affianca al catalogo
tradizionale fornendo ulteriore servizio ai
clienti che richiedono prodotti per la
decorazione e non solo in cialda. Bussy si
conferma l’azienda di riferimento del suo settore.

2014

In quest’anno Bussy aderisce a numerose
fiere del settore anche all’estero tra cui, per
la prima volta, la fiera New York Summer
Fancy Food Show.

2015

L’impegno di Bussy nella comunicazione e
nell’immagine coordinata viene premiato con
la vincita, nel settore Creativity, del Premio
Comunicando 2015. Il Premio Comunicando
è promosso da 9 anni da un gruppo
editoriale leader nel settore, Editrade.

2016

Bussy sale la classifica del Premio
Comunicando e riceve, nell’ambito della
Sigep di Rimini, il primo premio assoluto per
la sua originale campagna stampa sulle
testate di settore: “Noi cialdiamo Voi Farcite”.
Premio che aveva gia’ vinto con una
campagna di forte impatto nel 2010.

6 October 2017

Era il 1967 quando Luigi Vandone decise di
rilevare e sviluppare a Milano una
produzione di cialde per pasticceria e
gelateria. Grazie alla passione, al coraggio
, alla determinazione e all’amore della
famiglia Vandone, l’azienda festeggia i suoi
primi 50 anni di storia.

Back To Top